Scuola e Web – La Segreteria on-line

A cura del Rag. Pino Durante (Assistente Amministrativo) – Portale di informazione Normativa sul mondo della Scuola e sull'amministrazione delle Istituzioni Scolastiche

Flcgil.it – Finanziamenti alle scuole: assegnate le risorse per la contrattazione integrativa di istituto

Flcgil.it – Finanziamenti alle scuole: assegnate le risorse per la contrattazione integrativa di istituto  

Nel pomeriggio di ieri, 7 ottobre, c’è stato un incontro al Miur, che abbiamo ripetutamente sollecitato, per fare il punto sullo stato dei finanziamenti alle scuole.

L’informativa del ministero

Il Direttore Generale dott. Filisetti ha informato i sindacati in merito alle comunicazioni alle scuole fatte dall’amministrazione sull’ammontare complessivo per l’a.s. 2010-2011 su FIS, funzioni strumentali, incarichi specifici Ata, ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti. Queste risorse sono già state assegnate per i 4/12 , mentre per gli 8/12 saranno fornite ulteriori istruzioni con la successiva circolare sul programma annuale 2011, anche in considerazione dell’applicazione delle nuove disposizioni sul cedolino unico.

Per le scuole secondarie di secondo grado è prevista una ulteriore integrazione del FIS in relazione al numero dei docenti di sostegno in organico di fatto, dato che ad oggi questo non è ancora definitivo.

Per quanto riguarda invece le risorse riguardanti le attività complementari di educazione fisica, le singole scuole dovranno prima comunicare i progetti attivati (entro il 10 ottobre), per poi avere confermata l’assegnazione, sempre con la ripartizione in 4/12 e 8/12.

Per le risorse sulle aree a rischio, le scuole i cui progetti sono stati finanziati riceveranno l’assegnazione dal Miur solo dopo che gli USR avranno comunicato l’elenco. Ad oggi solo 8 Direzioni Scolastiche Regionali lo hanno fatto. Questo ritardo rallenta l’assegnazione di questi fondi alle scuole.

Infine, l’amministrazione ha comunicato che, dal monitoraggio effettuato, ma non ancora completato, risulterebbero economie relative all’a.s. 2009/2010 pari a circa 9 milioni di euro sulle attività di educazione fisica e circa 70 milioni di euro sul FIS. Il Miur ha proposto ai sindacati di impiegare una congrua parte di queste economie per incrementare la disponibilità finanziaria per le ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti, vista la sofferenza delle scuole su questo.

Le nostre richieste

Abbiamo denunciato la mancanza di trasparenza nelle comunicazioni fatte dal Miur sia sui fondi contrattuali sia su quelli ordinari erogati con la tranche di luglio 2010. Infatti, ci sono scuole che pur trovandosi in uno stato di sofferenza finanziaria e con molti residui attivi non hanno ricevuto nessun finanziamento aggiuntivo.

Abbiamo chiesto che a ciascuna scuola siano esplicitati non solo i parametri economici di calcolo per le varie voci finanziate, ma anche i dati risultanti al SIDI sull’organico di diritto dei docenti e Ata e sui punti di erogazione, in modo che ciascuna scuola possa verificare la corretta applicazione del contratto.

Inoltre abbiamo segnalato un errore nel parametro comunicato giorni fa ai sindacati per il calcolo dei finanziamenti per le funzioni strumentali. Per quanto riguarda i residui la abbiamo proposto di utilizzarli in parte per le attività di educazione fisica, a favore di quelle scuole che hanno avuto un finanziamento irrisorio, per la presenza in organico di diritto di molti spezzoni e pochi posti interi (in taluni casi nessuno) e in parte a favore di quelle scuole che hanno programmato più attività rispetto al budget spettante.

Per quanto riguarda invece le economie sul FIS abbiamo chiesto, sulla base del Ccni 18 maggio 2010, l’integrazione delle seguenti voci seguenti:

•indennità di bilinguismo e trilinguismo

•indennità di turno notturno e festivo

•compensi per l’indennità di direzione al personale che sostituisce il DSGA.

Per quanto riguarda poi la proposta dell’amministrazione di incrementare il finanziamento delle ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti ci siamo resi disponibili a trovare una soluzione, tramite l’utilizzo delle economie del FIS 2009/2010, ma a due condizioni:

1.l’amministrazione deve ribadire, in occasione della circolare sul programma annuale 2011, l’obbligo per le scuole a nominare sempre i supplenti, ove necessario per garantire il diritto allo studio, sia per assenze inferiori a 5 giorni nella scuola primaria che inferiori a 15 giorni nella secondaria

2.le spese per le ore eccedenti devono essere imputate in maniera chiara alla voce “spese per le supplenze“, trattandosi di spese obbligatorie.

Infine, abbiamo sollecitato un incontro ad hoc sul programma annuale 2011 e sul regolamento attuativo del “cedolino unico”. Su questa misura la nostra posizione di contrarierà è nota. Essa toglierà liquidità e ridurrà ulteriormente l’ autonomia finanziaria delle scuole.

Gli impegni del ministero

A conclusione dell’incontro l’amministrazione ha ammesso l’errore nel parametro di calcolato per l’attribuzione delle risorse delle funzioni strumentali, ma ha anche assicurato che alle scuole è stato comunicato l’importo corretto.

Il Miur fornirà alle scuole tutti i parametri di calcolo degli importi (organico docenti e ATA risultante al SIDI e punti di erogazione) necessari per la verifica delle risorse assegnate.

Il Miur si è impegnato, infine, a formulare, in vista del prossimo incontro già convocato per martedì 19 ottobre pomeriggio, una bozza di circolare sull’obbligo di conferimento delle supplenze ed una proposta dettagliata sulla distribuzione delle economie.

Print This Post

ARTICOLI CORRELATI A QUESTO ARGOMENTO:

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

  • Copyright © 2010-2017 - Pinodurantescuola.com - Tutti i diritti riservati / All rights reserved