Scuola e Web – La Segreteria on-line

A cura del Rag. Pino Durante (Assistente Amministrativo) – Portale di informazione Normativa sul mondo della Scuola e sull'amministrazione delle Istituzioni Scolastiche

Orizzontescuola.it – 05/11/2017 – ATA III fascia, segreterie stanno valutando domanda. Quali saranno escluse, chi sarà chiamato a regolarizzare, valutazione titoli accesso. Le nostre FAQ

     Orizzontescuola.it – 05/11/2017 – ATA III fascia, segreterie stanno valutando domanda. Quali saranno escluse, chi sarà chiamato a regolarizzare, valutazione titoli accesso. Le nostre FAQ (di Gianlorenzo Perri)

Tutti gli altri contenuti di www.orizzontescuola.it

Pubblichiamo una serie di FaQ dedicate alle segreterie con lo scopo di fare chiarezza su alcune delle domande più frequenti.

Come è da considerarsi una domanda in cui non si evincono le generalità?

La domanda deve essere considerata nulla.

Se un aspirante ha presentato domanda in più istituzioni scolastiche, come ci si deve comportare

La domanda deve essere esclusa dalla procedura.

Se una domanda è priva della sottoscrizione dell’aspirante o inviata oltre il termine della scadenza, come deve essere considerata?

La domanda deve essere considerata nulla, si ricorda soltanto che per le raccomandate AR, fa fede il timbro postale.

Come deve essere considerata una domanda priva di uno dei requisiti specifici e generali per la partecipazione (Artt. 2 e 3 del DM 640/17)?

La domanda deve essere esclusa dalla procedura.

Come ci si comporta nel caso in cui l’aspirante abbia effettuato dichiarazioni mendaci e/o abbia prodotto certificazioni false?

La domanda deve essere esclusa dalla procedura.

Cosa fare se l’aspirante dichiara una condanna penale?

La scuola deve verificare che la condanna non sia ostativa al pubblico impiego.

Se la domanda presenta delle imprecisioni o degli errori materiali come deve comportarsi la scuola?

La scuola deve chiedere all’aspirante la regolarizzazione delle imprecisioni o degli errori materiali.

Come comportarsi nel caso in cui il candidato dichiari come titolo di accesso la laurea al posto del diploma?

La scuola procede a regolarizzare la domanda attribuendo:

  • nel caso di assistente amministrativo 6 punti per il titolo di accesso più 2 per la laurea;
  • nel caso di collaboratore scolastico 6 punti per il titolo di accesso e 0 punti per la laurea;
  • nel caso di cuoco, infermiere e assistente tecnico 6 punti per il titolo di accesso (solo dopo aver verificato che il diploma dia accesso all’area) più i 2 punti per la laurea;
  • nel caso di guardarobiere o addetto alle aziende agrarie solo 6 punti per il titolo di accesso.

Come deve essere calcolato l’arrotondamento del voto del titolo di studio se supera le due cifre decimali?

Per tutti i voti calcolati in rapporto a 10, che il risultato dia valori oltre i decimali, si effettua l’arrotondamento matematico alla seconda cifra decimale: se la terza cifra è maggiore o uguale a 5 si arrotonda al centesimo superiore, se la terza cifra è minore di 5 la seconda cifra decimale rimane invariata.

Come comportarsi nel caso in cui il candidato dichiari come titolo di accesso al profilo di infermiere il “diploma di infermiere professionale vecchio ordinamento”?

Per verificare la validità di tale titolo sarà necessario contattare l’ASL di riferimento per capire se il titolo sia equivalente a quello oggi richiesto.

La certificazione delle competenze rilasciata agli alunni diversamente abili può essere considerato diploma di maturità?

No, perché conseguita a seguito di programmazione differenziata.

Come comportarsi se l’aspirante ha conseguito il titolo di studio all’estero?

Il titolo di studio conseguito all’estero deve essere dichiarato equipollente. Tale riconoscimento deve essere presentato entro il 30/10/2017. Nelle more del riconoscimento il candidato viene inserito con riserva.

Se il candidato dichiara due titoli di accesso quale bisogna valutare?

Si valuta un solo titolo di accesso, preferibilmente quello con il punteggio più favorevole.

Come si valutano i diplomi conseguiti presso i Conservatori di musica e le Accademie di belle arti?

I diplomi conseguiti presso i Conservatori di musica e le Accademie di belle arti sono valutati come diplomi di laurea purché congiunti ad un diploma quinquennale di scuola secondaria di secondo grado.

Come considerare il diploma di maturità di Perito Agrario?

Il solo possesso del diploma di maturità di perito agrario non dà accesso alla graduatoria di Collaboratore Scolastico addetto alle aziende agrarie; questo deve essere integrato da una qualifica professionale di “operatore agrituristico”, “operatore agro-turistico” o “agro-ambientale”.

Come considerare il diploma di Istituto Magistrale e quello di Scuola Magistrale?

Il diploma di Istituto Magistrale dà accesso ai profili per i quali è richiesta la maturità;

Il diploma di Scuola Magistrale dà accesso al profilo di Collaboratore Scolastico.

Fino a che anno è valido il servizio prestato nei Conservatori e nelle Accademie?

Il servizio viene considerato come prestato nelle scuole statali nei profili di assistente amministrativo e di collaboratore scolastico fino all’anno 2002/03.

Dall’anno 2003/04 è da considerarsi servizio prestato in altre amministrazioni.

Come è valutato il servizio di leva e il servizio civile?

    • Il servizio di leva e il servizio civile, se prestati in costanza di rapporto devono essere considerati come servizio effettivo. (0,50 punti per ogni mese o frazioni superiori a 15 giorni per un massimo di 6 punti annui)
    • Il servizio militare di leva e i servizi sostitutivi assimilati per legge, il servizio civile sostitutivo di quello di leva, prestati NON in costanza di rapporto di impiego sono considerati come servizio prestato alle dirette dipendenze delle amministrazioni statali. (0,05 punti per ogni mese o frazioni superiori a 15 giorni per un massimo di 0,60 punti annui)
    • Il servizio militare in ferma di leva volontaria è da valutare come servizio prestato alle dirette dipendenze di Amministrazioni Statali. (0,05 punti per ogni mese o frazioni superiori a 15 giorni per un massimo di 0,60 punti annui)
    • Il candidato che per qualsiasi motivo non abbia svolto il servizio di leva o ha ricevuto il congedo illimitato non può chiedere il punteggio per il servizio di leva.
    • Il servizio civile volontario è considerato come servizio è valutato al pari del servizio nelle Pubbliche Amministrazioni.

Nel calcolo dei servizi come valutare gli spezzoni inferiori a 16 giorni?

Non è prevista la somma di spezzoni di servizio prestato in anni scolastici diversi. Al contrario possono essere sommati e valutati in caso di servizio svolto nello stesso anno scolastico e con spezzoni superiori a 16 giorni.

Come devono essere valutati i servizi prestati a tempo parziale?

I servizi valutati a tempo parziale sono valutati come servizio per intero.

Come possono essere valutati i servizi svolti all’estero?

I servizi svolta all’estero con nomina del Ministero Affari Esteri sono valutati come quelli nelle scuole statali.

Possono essere valutati i servizi prestati con contratto d’opera?

I servizi con contratto d’opera non sono valutabili in quanto vi è solo un obbligo tra le parti e viene meno il rapporto di dipendente.

Come valutare il servizio prestato in qualità di LSU e LPU?

I servizi prestati in qualità di LSU e LPU non possono essere valutati in quanto il servizio deve essere prestato alle dirette dipendenze della scuola.

Come devono essere valutati i servizi riconosciuti con il provvedimento “salvaprecari”?

Questi servizi non sono valutabili per la graduatoria di terza fascia, a meno che non ci siano stati periodi di servizio effettivamente prestati (in questo caso, solo questi ultimi devono essere considerati valutabili).

Il servizio prestato nelle Pubbliche Amministrazioni e negli Enti Locali è valutabile?

Sì. Il servizio nelle Pubbliche Amministrazioni e negli Enti Locali è valutabile ai fini della graduatoria di terza fascia ATA solo se effettuato alle dirette dipendenze dell’ente stesso. Elenco Pubbliche Amministrazioni

I servizi prestati nelle scuole non statali e paritarie è da considerarsi valido?

Il servizio prestato, alle dirette dipendenze, nelle scuole non statali e paritarie è valutabile al 50% del punteggio rispetto al servizio prestato nelle scuole statali.

 

ARTICOLI CORRELATI A QUESTO ARGOMENTO:

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

  • Copyright © 2010-2017 - Pinodurantescuola.com - Tutti i diritti riservati / All rights reserved