Scuola e Web – La Segreteria on-line

A cura del Rag. Pino Durante (Assistente Amministrativo) – Portale di informazione Normativa sul mondo della Scuola e sull'amministrazione delle Istituzioni Scolastiche

Orizzontescuola.it – 28/12/2015 – ATA: profili e aree, compiti e mansioni, graduatorie e reclutamento – La guida gratuita

orizzonte – 28/12/2015 – ATA: profili e aree, compiti e mansioni, graduatorie e reclutamento – La guida gratuita (di Nino Sabella)

Il personale Amministrativo, Tecnico e Ausiliario (ATA) svolge funzioni amministrative, contabili, gestionali, di sorveglianza … in collaborazione con il dirigente scolastico e con il personale docente.

In base alle mansioni svolte, detto personale è inquadrato in diversi profili a loro volta raggruppati in quattro aree.

I requisiti per accedere ad ognuno dei detti profili sono i seguenti:

Compitie mansioni, svolti dal personale inquadrato nei diversi profili, sono descritti nel vigente CCNL – Tabella A “Profili di Area del personale ATA” .

 

Le figure dell’area C – Coordinatore amministrativo e Coordinatoretecnico – sono inserite e riconosciute nel CCNL, ma sono tuttora inesistenti nelle scuole.

GRADUATORIE

Il personale ATA è inserito, in base al punteggio, in graduatoriecostituite sia a livello provinciale sia a livello di istituzione scolastica.

Le graduatorie a livello provinciale si distinguono in:

  1. graduatorie provinciali permanenti (24 mesi);
  2. graduatorie provinciali a esaurimento di Collaboratore Scolastico ed elenchi provinciali ad esaurimento di Assistente Amministrativo,  Assistente Tecnico, Cuoco,  Infermiere, Guardarobiere, Addetto alle aziende agrarie.

Sia le une che le altre si articolano in tante graduatorie quanti sono iprofili professionali (una per i collaboratori scolastici, una per gli assistenti amministrativi, una per gli assistenti tecnici …).

  1. Graduatorie provinciali permanenti (24 mesi)

Le graduatorie provinciali permanenti sono previste dall’articolo 554 del decreto legislativo 297/94; ad esse si accede tramite concorsi provinciali per soli titoli concadenza annuale, cui è ammesso il personale A.T.A. non di ruolo con almeno due anni di servizio (24 mesi) prestato nelle scuole statali,senza demerito, con qualifiche corrispondenti a quelle dei ruoli per i quali i concorsi sono indetti. E’ consentita la partecipazione alsolo concorso indetto nella provincia in cui si presta servizio alla data di pubblicazione del bando.

Le graduatorie hanno carattere permanente e sono integrate annualmente aseguito di ciascuno dei successivi concorsi.

Il personale già inserito in graduatoria deve presentare ogni annodomanda di permanenza, inserendo i nuovi titoli conseguiti (di servizio e culturali).

Il personale che si inserisce per la prima volta viene incluso nel postospettante in base al punteggio complessivo riportato.

  1. Graduatorie a esaurimento di collaboratore scolastico ed elenchi provinciali a esaurimento di Assistente Amministrativo,  Assistente Tecnico, Cuoco,  Infermiere, Guardarobiere

Le dette graduatorie ed elenchi sono previste dal D.M. n. 75/2001, in base al quale si sono inseriti nelle graduatorie a esaurimento dicollaboratore scolastico e negli elenchi provinciali ad esaurimento di assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco, infermiere eguardarobiere coloro i quali avevano maturato 30 giorni di servizio, nel profilo professionale richiesto, entro la data di presentazionedella domanda prevista dal medesimo D.M. Tali graduatorie ed elenchi sono a esaurimento, per cui non sono previsti nuovi inserimenti;periodicamente si procede al rinnovo della scelta delle sedi.

  1. Elenchi provinciali ad esaurimento di Addetto alle aziende agrarie

I detti elenchi sono previsti dal D.M. n. 35/2004, in base al quale si sono inseriti negli elenchi provinciali aesaurimento di addetto alle aziende agrarie coloro i quali avevano maturato 30 giorni diservizio, nel medesimo profilo professionale, entro la data di presentazione della domanda prevista dallo stesso D.M. Taligraduatorie ed elenchi sono a esaurimento, per cui non sono previsti nuovi inserimenti; periodicamente si procede al rinnovo della sceltadelle sedi.

Coloro i quali conseguono l’inserimento nelle graduatorie provincialipermanenti, da cui si attinge per le immissioni in ruolo, vengono cancellati dalle graduatorie e dagli elenchi a esaurimento, relativial profilo professionale in cui sono inseriti.

Graduatorie di Circolo/Istituto

In ogni Istituzione scolastica vengono costituite tante graduatoriequanti sono i profili professionali presenti nella medesima Scuola (una per i collaboratori scolastici, una per gli assistentiamministrativi …).

Le graduatorie di ciascun profilo si articolano in tre fasce:

  • nella prima fascia sono presenti i candidati inseriti nelle graduatorie provinciali permanenti (24 mesi);
  • nella seconda fascia sono presenti i candidati inseriti nelle graduatorie provinciali a esaurimento di collaboratore scolastico, negli elenchi provinciali ad esaurimento di assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco  infermiere, guardarobiere e negli elenchi  provinciali ad esaurimento di addetto alle aziende agrarie;
  • nella terza fascia sono presenti i candidatiin possesso dei titoli di accesso ai profili professionali previsti dal bando che viene emanato dal MIUR con cadenza triennale.

Nella terza fascia, inoltre, si inseriscono anche coloro i quali, presenti nellegraduatorie provinciali permanenti per soli titoli del personale ATA, vogliono cambiare provincia.

In quest’ultimo caso, i candidati:

  1. chiedono il depennamento dalle graduatorie provinciali permanenti della provincia di inclusione;
  2. si inseriscono nelle graduatorie di terza fascia dell’Istituzione scolastica ubicata nella provincia in cui vogliono trasferirsi;
  3. chiedono successivamente (quando è indetto il suddetto concorso per soli titoli) l’inserimento nella graduatoria provinciale permanente della provincia in cui si sono inseriti in terza fascia delle graduatorie di Circolo/Istituto.

La provincia in cui si è inclusi nelle graduatorie di Circolo/Istitutodeve, dunque, coincidere con quella delle graduatorie provinciali permanenti in cui si è inseriti o si chiede l’inserimento.

RECLUTAMENTO

Il reclutamento a tempo indeterminato del personale ATA avviene, ai sensi del suddetto articolo 554 deldecreto legislativo 297/94, attingendo dalle graduatorie provinciali permanenti (24 mesi).

Per i DSGA le assunzioni a tempo indeterminato avvengono tramite legraduatorie prodotte da appositi concorsi ordinari. Le medesime graduatorie possono essere utilizzate per il conferimento diincarichi a tempo determinato.

Il reclutamento a tempo determinato del personale ATA avviene utilizzando sia le graduatorie provinciali che quelle diCircolo/Istituto.

Le graduatorie provinciali permanenti (24 mesi) vengono utilizzate perl’attribuzione di supplenze annuali (31 agosto) e temporanee fino al termine delle attività didattiche (30 giugno).

Le graduatorie provinciali e gli elenchi provinciali a esaurimentovengono utilizzati per l’attribuzione di supplenze annuali (31 agosto) e temporanee fino al termine delle attività didattiche (30giugno), qualora si esauriscano le graduatorie provinciali permanenti.

Le graduatorie di Circolo/Istituto vengono utilizzate per l’attribuzionedelle supplenze brevi e, qualora si esauriscano le graduatorie provinciali permanenti e le graduatorie e gli elenchi provinciali aesaurimento, per l’attribuzione di supplenze annuali (31 agosto) e temporanee finoal termine delle attività didattiche (30 giugno).

REGOLAMENTO ATTRIBUZIONE DELLE SUPPLENZE

L’attribuzione delle supplenze è disciplinata dal D.M. n. 430/2000Regolamento recante norme sulle modalità di conferimento delle supplenze alpersonale amministrativo, tecnico ed ausiliario ai sensi dell’articolo 4 della legge 3 maggio 1999, n. 124 (d’ora in avanti Regolamento)

Il Regolamento, come si legge all’articolo 1 comma 2, non si applicaal personale appartenente al profilo professionale dei direttori dei servizi generali e amministrativi che, in caso di assenza, sonosostituiti secondo i criteri e le modalità stabiliti dalle norme contrattuali vigenti.

TIPOLOGIE DI POSTI E GRADUATORIE DA CUI ATTINGERE

Le tipologie di posti che possono essere conferiti a supplenza sono, come detta l’articolo1 del Regolamento:

a) supplenze annuali, per la copertura dei postivacanti, disponibili entro la data del 31 dicembre, e che rimangano presumibilmente tali per tutto l’anno scolastico;

b) supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche, per lacopertura di posti non vacanti, di fatto disponibili entro la data del 31 dicembre e fino al termine dell’anno scolastico;

c) supplenze temporanee, per ogni altra necessità di supplenza diversa dai casiprecedenti, secondo quanto specificato all’articolo 6.

Per l’attribuzione delle supplenze annuali (31 agosto) e delle supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche (30 giugno) si utilizzano, come suddetto, le graduatorie provinciali permanentie, qualora queste si esauriscano, le graduatorie provinciali a esaurimento (per i collaboratori scolastici) e gli elenchiprovinciali a esaurimento (per gli altri profili); nel caso si esauriscano anche le graduatorie e gli elenchi provinciali aesaurimento, si utilizzano le graduatorie di Circolo/Istituto.

Le supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche possono essere prorogate oltre tale termine per esigenze di servizio(articolo 1 comma 7 del Regolamento).

Le supplenze suddette, ovvero su posti vacanti e/o disponibili, che sirendono tali dopo il 31/12, vanno conferite attingendo dalle graduatorie di Circolo/Istituto.

Per l’attribuzione delle supplenze temporanee (malattia, maternità, infortuni, assenze più o meno lunghe) siutilizzano le graduatorie di Circolo/Istituto.

La legge di Stabilità 2015 ha introdotto nuove regole per le dette supplenze brevi del personaleATA [ e anche docente], come di seguito descritto.

Assistenti Tecnici: divieto assoluto di nominare un supplente in qualsiasi circostanza.

Assistenti Amministrativi: divieto di nominare un supplente nelle scuole in cui vi sono 3 assistenti amministrativi in organico di diritto.

Collaboratori Scolastici: divieto di nominare un supplente nei primo sette giorni di assenza, tranne che il dirigente con determina sostenga di nominarlo subito, altrimenti, è possibilenominare il supplente solo dall’ottavo giorno.

COMPLETAMENTO ORARIO

Il personale cui è conferita una supplenza con orario ridotto, inseguito alla costituzione di posti di lavoro a tempo parziale per il personale di ruolo, conserva titolo a completare l’orario fino al raggiungimento dell’orario di lavoroprevisto per il corrispondente personale di ruolo (36 ore settimanali).

Il completamento è conseguibile con più rapporti di lavoro a tempodeterminato, può realizzarsi nel limite massimo di due scuole (tenendo presente il criterio della facile raggiungibilità) e anchein scuole non statali con oneri a carico delle scuole medesime.

Il personale ATA, inoltre, può prestare nello stesso anno scolastico servizi di insegnante nei diversi gradi di scuola e di istitutore, purché non svolti in contemporaneità.

Per le sanzioni relative alla mancata accettazione della supplenza, alla mancata assunzione inservizio e abbandono del medesimo leggasi:

Sanzioni per mancata accettazione, mancata assunzione in servizio e abbandonodi una supplenza

Le risposte dei nostri consulenti ai quesiti relativi al personale ATA

ARTICOLI CORRELATI A QUESTO ARGOMENTO:

Comments are closed.

  • Copyright © 2010-2017 - Pinodurantescuola.com - Tutti i diritti riservati / All rights reserved