Scuola e Web – La Segreteria on-line

A cura del Rag. Pino Durante (Assistente Amministrativo) – Portale di informazione Normativa sul mondo della Scuola e sull'amministrazione delle Istituzioni Scolastiche

L’avvio del Sistema Operativo risulta sempre un po’ lento

Il discofisso del PC si può considerare come un enorme spazio diviso in celle nelle quali vengono salvati i files.
Ovviamente un file occuperà un certo numero di celle in base alla sua dimensione.
Cancellando e spostando i files sul discofisso rimangono sempre alcuni spazi liberi che il Sistema non riempirà a meno di non poter trattare files delle stesse dimensioni (l’immagazzinamento dei dati avviene in modo contiguo e non in ordine sparso), quindi la testina del discofisso quando deve cercare i dati si sposta continuamente sulla superficie del disco stesso causando un rallentamento delle operazioni.
Il programma implementato con Windows “ SCANDISK” corregge gli errori che possono essere presenti sul disco fisso. Per avviarlo facciamo clic su AVVIO (START), poi su PROGRAMMI, quindi ACCESSORI, infine UTILITA’ DI SISTEMA e SCANDISK. Alla fine del controllo SCANDISK crea e lascia dietro di sé alcuni file inutili. Si tratta dei file con estensione CHK che sono nella cartella “C:\” . Questi file possono contenere pezzi danneggiati di documenti o di programmi: se volete potete aprirli con il BLOCCO NOTE per controllarne il contenuto ma il ripristino degli stessi è quantomai un impresa ardua. Se non ci leggiamo nulla possiamo eliminarli.
Per mantenere sempre al massimo della forma il nostro disco fisso è consigliabile avviare una volta al mese il programma di deframmentazione “DEFRAG”. Questo programma riordina e raggruppa tutti i dati che sono presenti sul disco fisso in un’unica zona in modo che possano essere trovati ed eseguiti più velocemente. Per trovare il programma facciamo clic su AVVIO (START), scegliamo prima PROGRAMMI poi ACCESSORI, da qui scegliamo UTILITA’ DI SISTEMA e infine facciamo clic su UTILITA’ DI DEFRAMMENTAZIONE DISCHI. E’ meglio avviare il programma di deframmentazione solo se non si ha fretta, infatti la deframmentazione di un disco fisso può durare anche più di un’ora e nel frattempo noi non possiamo lavorare con altri programmi altrimenti il programma stesso sente che Windows sta spostando dei dati sul discofisso e non riesce a completare il lavoro. Prima di eseguire lo SCANDISK e la DEFRAMMENTAZIONE è consigliabile fare la pulitura disco, in questo modo: facciamo clic su AVVIO (START), scegliamo prima PROGRAMMI poi ACCESSORI, da qui scegliamo UTILITA’ DI SISTEMA e infine facciamo clic su PULITURA DISCO, con questa operazione andremo ad eliminare i file “inutili” guadagnando spazio sul disco C.

Print This Post


ARTICOLI CORRELATI A QUESTO ARGOMENTO:

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.

  • Copyright © 2010-2020 – Pinodurantescuola.com – Tutti i diritti riservati / All rights reserved